Whatsapp pensa alla pubblicità per il futuro

Tante le novità che ultimamente sono state avvicinate a Whatsapp, l’app di messaggistica più famosa al mondo. Dopo l’arrivo dei nuovi stati, destinati probabilmente ad essere eliminati visto lo scarso successo riscontrato nel pubblico e la possibilità di cancellare i messaggi inviati (che potrebbe essere implementata nei prossimi aggiornamenti) arriva un’importante novità. Qualche indiscrezione ha parlato della possibilità di utilizzare Whatsapp, da parte delle aziende, per scopi pubblicitari. Le società avrebbero quindi un canale preferenziale per comunicare con i propri clienti inviando pubblicità, promozioni e offerte.

Whatsapp sceglie la pubblicità?

Per il momento questa notizia non è più che un’indiscrezione dal momento che la notizia non è stata confermata né smentita dalla società. Quello che appare probabile è che i vertici dell’app di messaggistica (acquisita dal gruppo Facebook nel 2014) stiano cercando un modo per introdurre la pubblicità senza rendere meno fruibile l’applicazione da parte degli utenti. Gli inserti pubblicitari potrebbero essere visti come spam e potrebbero spingere gli abituali utilizzatori a cercare app alternative (che sul mercato non mancano).

Al momento ogni tipo di possibilità è un’ipotesi. Le pubblicità potrebbero essere integrate nelle conversazioni ma non si conoscono né le modalità né i tempi in cui questa integrazione potrebbe avvenire. Quello che è certo è che questo potrebbe essere il più grande cambiamento nella storia di Whatsapp dalla sua nascita. Non ci resta altro che aspettare qualche ulteriore sviluppo, magari con informazioni ufficiali.

Addio al nuovo stato di Whatsapp?

Altra indiscrezione riguarda il nuovo stato multimediale che è possibile da qualche settimana caricare sull’applicazione. Gli utenti non avrebbero particolarmente apprezzato la novità molto simile alle “Stories” già presenti su ogni Social Network. Da qualche settimana si vociferava di un possibile abbandono del nuovo stato a favore del ripristino del vecchio, testuale, e maggiormente apprezzato dagli utenti.

Con ogni probabilità i nuovi aggiornamenti prevederanno una coesistenza dei due stati: sarà possibile ripristinare lo stato testuale personalizzato ma continuare a produrre nuovi stati multimediali per coloro che avessero gradito quest’ultima novità.

Autore dell'articolo: Alfredo Bianchi

Lascia un commento