Novità iPhone 7: possibile la doppia fotocamera

Ormai le attenzioni su iPhone 7, il prossimo dispositivo di casa Apple, stanno diventando sempre più alte. Come sua abitudine la casa americana sta provando a mantenere la massima discrezione, in attesa della presentazione, ufficiale ma le notizie continuano a rincorrersi senza sosta sui siti degli addetti ai lavori.

I bene informati dicono che il nuovo iPhone 7 rappresenterà una vera e propria rivoluzione rispetto a quanto visto fino a questo momento. Cerchiamo di capire quali saranno le principali novità del dispositivo targato Apple.

iPhone 7: doppio sensore per la fotocamera

Una delle ultime notizie in circolazione parla della possibilità di un doppio sensore per la fotocamera posteriore. Le due lenti permetteranno di aumentare esponenzialmente la qualità delle immagini sopratutto in condizioni di difficile luce ed esposizione degli scatti.

L’innovazione potrebbe però essere disponibile solo su iPhone 7 Plus, la versione più performante del dispositivo. Tradizionale invece il settore fotocamere su iPhone 7 nella versione base. Se la notizia venisse confermata potrebbe causare scompiglio nei confronti della concorrenza, da sempre in lotta con Apple per la qualità fotografica degli scatti.

Novità iPhone 7: addio al jack per le cuffie

Altra notizia di cui si parla da qualche settimana è l‘eliminazione del tradizionale jack da 3,5 mm per le cuffie. Al suo posto dovrebbe essere introdotta una connessione di tipo Lightning che permetterebbe l’utilizzo di cuffie wireless per una maggiore comodità degli utenti.

Ad essere migliorata sensibilmente potrebbe essere la connettività wi-fi: potrebbe infatti essere introdotta la nuova tecnologia Li-fi, decisamente più veloce e performante. iPhone 7 sarebbe il primo dispositivo del suo genere a supportare questa tecnologia.

Apple starebbe lavorando, inoltre, anche sulla ricarica wireless, ancora assente per i propri dispositivi. Potrebbe essere proprio iPhone 7 il primo dispositivo a prevedere la ricarica senza fili.

Autore dell'articolo: Claudia Pisanu

Lascia un commento