iAssegni: verificare assegni bancari e postali

iassegni per iphoneiAssegni è un’app per iPhone, iPad e iPod Touch creata dalla sviluppatrice Monica Langella che può tornare molto utile in più di un’occasione e per diversi scopi. In questa, che è una delle migliori app per iPhone, sono comprese alcune funzioni utili che consentono di controllare la validità dell’assegno che avete ricevuto (sia assegno postale che bancario) e accertarvi se sia stato indicato dalla Banca d’Italia, nella fattispecie nell’archivio CAI, come un assegno che presenta qualche problema.

iAssegni consente di verificare assegni bancari e postali che vi vengono consegnati come pagamento. Viste le recenti disposizioni di legge, emanate alla fine dell’anno scorso, con il decreto del 6/12/’11 non sarà più possibile effettuare pagamenti in contanti per cifre superiori a mille euro e questo porterà ad aumentare il numero di pagamenti alternativi al contante come ad esempio gli assegni. In questa prospettiva risulta davvero utile poter conoscere all’istante lo stato del pagamento ricevuto e sapere se è stato segnalato presso l’archivio C.A.I.

iassegni per iphone

Grazie a quest’app potete anche controllare se una banconota è contraffatta o meno, verificando se il numero seriale è stato segnalato presso il database del Ministero dell’Interno, Distretto di Polizia Criminale, oppure se il codice IBAN che vi è stato fornito è corretto e, in caso ne abbiate bisogno, potete procedere alla sua decodifica.

Dalla homepage dell’app potete gestire, tramite i menù, tutte le funzioni presenti selezionando le voci “Assegni”, “Banconote” e “IBAN” a seconda di quale verificare al momento, e inserire i dati necessari al controllo. Per l’assegno è sufficiente utilizzare numero e cab, per le banconote serve il numero di serie, mentre per l’IBAN va inserito il codice.

Chi invece utilizza spesso i pagamenti virtuali troverà utile consultare le nostre recensioni iPhone delle app di Paypal e Western Union o la recensione Android di Google Wallet.

Autore dell'articolo: Claudia Pisanu