Come scegliere il Windows Live ID

windows live IDQuando si inizia ad utilizzare il proprio telefono Windows Phone bisogna decidere quale Windows Live ID utilizzare. Ma come scegliere il Windows Live ID migliore? Prima di tutto però bisogna dire a che cosa serve. Serve a poter disporre di tante funzioni utili ovunque voi siate grazie alla tecnologia cloud, come ad esempio i contatti, le note OneNote, i documenti più importanti, le e-mail e tanto altro.

Eseguendo l’accesso al telefono con il Windows Live ID potrete fare tante cose anche lontani dal vostro computer. E’ possibile scattare foto, prendere nota delle cose importanti, segnare gli appuntamenti o i nuovi contatti e molte altre possibilità. Per fare questo però come prima cosa bisogna scegliere il Windows Live ID con cui accedere al proprio smartphone.

Innanzitutto bisogna specificare che un Windows Live ID è composta dalla e-mail e dalla password che state utilizzando per accedere ad uno fra questi servizi Microsoft (se non ne state utilizzando nessuno dovrete crearne uno da zero):
– Xbox LIVE
– Zune
– Hotmail
– MSN
– Messenger
– Trova il mio telefono
– SkyDrive

Effettuato l’accesso potrete poi iniziare la vera esperienza con Windows Phone e cominciare a scaricare applicazioni, giochi, musica, giocare coi giochi per Xbox LIVE, chattare con MSN o Facebook e così via.
Se avete più Windows Live ID allora dovrete effettuare una scelta tenendo conto anche del fatto che non si potrà più cambiare idea (se non perdendo dati importanti).

Se state usando un indirizzo e-mail diverso per Xbox LIVE e Zune, siccome non è possibile associarli tra loro, dovrete decidere a quale tenete di più. Con l’ID di Xbox LIVE potrete avere sempre con voi i punteggi dei vostri giochi, l’avatar e integrare l’esperienza di gioco da console con quella sullo smartphone. Con Zune invece potete avere i preferiti, la lista amici e i video sempre disponibili.

Per fare una scelta dovrete riflettere su quali di queste cose vi potranno essere più utili o vorrete avere sempre con voi.

Autore dell'articolo: Diego Allegri